MARATHON HACK

Roma, 30-31 marzo 2017

Ben 305 milioni di cittadini europei – su una popolazione totale di 505 milioni – praticano sport almeno una volta in settimana. E le persone che lavorano nel comparto sportivo in Europa sono oltre 1,5 milioni.

Da questi numeri i ragazzi sono partiti per l’elaborazione di un progetto che mettesse al centro lo sviluppo dello sport all’interno del primo hackathon della scuola italiana sulla pratica sportiva e l’esercizio fisico.

Studentesse e studenti si sono cimentati in 3 sfide al termine delle quali è stato chiesto loro di presentare un progetto innovativo in grado di fungere come catalizzatore alla valorizzazione dello SPORT.

Le sfide presentate si sono basate su diversi temi:

  1. la valorizzazione dello Sport quale oggetto di un’esperienza premiante nei confronti della dimensione territoriale e di quella internazionale , per accorciare le distanze tra culture e usare lo sport come momento di condivisione di storie e valori.
  2. il contributo alla riappropriazione dello spazio pubblico da parte dei cittadini, favorendone la salute ed il benessere e ricostruendo un legame più stretto con i luoghi e con il territorio.
  3. la riflessione riguardo la potenziale fruttuosa sinergia tra sport, scuola e altri mondi della società, così che possano parlarsi, crescere e imparare reciprocamente.

La maratona progettuale si è anche focalizzata sullo sviluppo delle seguenti competenze che i partecipanti hanno dovuto inserire all’interno del loro progetto:

  • Arricchimento e valorizzazione digitale del patrimonio sportivo, in sinergia con la sperimentazione tecnologica, nell’ottica di maggiore accesso al patrimonio;
  • Promozione turistica e territoriale , anche inteso come sperimentazione di marketing culturale e comunicazione turistica innovativa;
  • Narrazione e comunicazione del patrimonio attraverso stili creativi trasversali (arte, design, musica, letteratura, editoria, cinema, teatro, crossmedialità, comunicazione culturale e scientifica, ecc.);
  • Sviluppo di contenuti curricolari utilizzabili da tutta la scuola (Open Educational Resources), ovvero di unità didattiche e formative ad hoc;
  • Produzione artistica e culturale, in un’ottica di service learning ;
  • Attività a carattere disciplinare (es. studi di fattibilità, progetti di rilancio e sviluppo integrato ecc.) in relazione al patrimonio sportivo;
  • Creatività sociale e rigenerazione urbana , anche attraverso attività laboratoriali, residenze artistiche, imprenditorialità sociale, percorsi di attivazione territoriale e dialogo interculturale.

Le tappe sucessive

Losann-Ack

Losanna, 13-14 dicembre 2017

Losann-Ack è un progetto didattico innovativo per le studentesse e per gli studenti vincitori dell’hackathon sullo sport svoltosi in occasione della Maratona di Roma, tale da potenziare le loro competenze digitali e di cittadinanza globale, con particolare riferimento ai valori cardine dello Sport.

Studenti
70
Docenti
5
Scuole
5
Mentors
5
Vincitori
15

Partners