“Errare è umano perseverare è diabolico

Nacque nel IV secolo, dai pensieri di un sermone di Sant’Agostino, e vive ancora oggi nel nostro mondo. Questo proverbio da sempre ci ha immessi in uno stereotipo fin troppo delineato. Vorrei osare, vorrei dirvi che perseverare non è diabolico, perseverare è umano.

Cosa c’è di più umano di provare, di tentare in ogni modo di superarsi, di provare a  cambiare le cose? Cosa c’è di più umano di perseguire i propri obiettivi con costanza e fermezza?

Perseverare è umano, e non c’è nulla di errato nel farlo.

Ogni obiettivo degno di essere chiamato tale può essere paragonato ad una maratona, o meglio, al percorso che necessariamente deve essere compiuto per svolgerla. Ogni buon maratoneta sa che non potrebbe partire come per uno scatto finalizzato ai 100 metri, terminerebbe in poco tempo tutte le sue energie. Ogni buon atleta sa che deve percorrere chilometro per chilometro, con costanza e pazienza, fino all’ultimo metro.
 

“Son convinto che circa la metà di ciò che separa gli imprenditori di successo da quelli che non l’hanno è la pura perseveranza.”

Fu proprio così che rispose Steve Jobs alla richiesta di raccontare le motivazioni del suo successo. Non esiste fortuna, non esiste talento, che non necessiti perseveranza. Che si tratti di sport, di lavoro, di passioni, ogni essere umano per arrivare alla soddisfazione, deve creare un perfetto connubio tra tenacia e costanza.

Il successo proviene da ognuno di noi, la nostra strada, la nostra crescita, sono costruzioni fatte di mattoncini piccoli, affiancati gli uni agli altri.

Sarebbe da ipocriti parlare solamente di reazioni positive davanti ad una difficoltà. Ognuno di noi, almeno una volta, si è trovato nella posizione di voler rinunciare, di non riuscire a superare quello che a primo impatto sembrava un grande muro, indistruttibile e limitante.

E’ questo che a mio parere significa crescere, maturare e iniziare un percorso stabile per il proprio presente e il proprio futuro; comprendere che non sempre sarà facile insistere, non sempre sarà facile affrontare difficoltà, ma potete essere ben certi che perseguire i propri sogni, i propri obiettivi, potrà solo che rendervi soddisfatti.
 

Lavorare per il proprio presente e per il proprio futuro, crescere, essendo consapevoli di ciò che si è e di ciò che si vorrà essere, sono tasselli fondamentali per ognuno di noi.

Abbiate forza per vincere, coraggio per non mollare e pazienza per persistere.

Andrew Parker

                                                                                                      Valentina Rossi