“In fondo la mia vita è la storia dei tentativi che ho fatto di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.”

(Massimo Gramellini, “Fai bei sogni”) 

Hai presente quel momento in cui senti l’ingente bisogno di distaccarti anche solo un attimo dalla realtà? Credo che tu sia consapevole che non sempre sia facile evadere dalla tua frenetica vita quotidiana, costellata anche da avvenimenti, talvolta, spiacevoli. 

Sfortunatamente non puoi controllare le cause esterne che involontariamente ci condizionano ma puoi gestire il modo in cui affronti la tua vita all’interno della società e come reagisci di fronte a determinate situazioni. 

Spesso però capisci che la soluzione non sta dietro l’angolo.

Dovresti provare a circondarti di persone positive e pronte ad ascoltarti e consigliarti ma può capitare di ritrovarti anche da solo con le spalle al muro senza alcuna via d’uscita.

In tal caso allora potresti trovare “rifugio” in un posto tranquillo, dove poter pensare, perché per risolvere determinati problemi occorre del tempo, ma nel caso in cui non fosse possibile  neanche allontanarsi da tutto? Cosa provare a fare nel mentre?

La tua testa ha pur bisogno di “staccare”, ritagliarsi un momento di pausa ed è proprio quando ti senti più oppresso da ciò che ti circonda che devi provare ad evadere mentalmente e a rilassarti.

A questo punto dovresti provare a coinvolgere la tua fantasia, ma come?

Immagina. 

Immagina per un attimo di trovarti come dentro una bolla, mentalmente isolato dal resto del mondo, solo, immerso nella natura.

Immagina di stare sdraiato in un parco, fitto di snelli alberi dalle grandi fronde, di chiudere gli occhi e abbandonarti al suono delle foglie che si sfiorano l’una con l’altra accarezzate da un alito di vento; una brezza leggera, quasi pungente, piacevole al suo passaggio. 

Profondi respiri di un’aria che sa di libertà, leggerezza, quella spensieratezza che ripaga ogni fatica compiuta prima d’ora portandola via con sé, assieme alle voci quasi impercettibili di persone lontane da voi.

Tutt’intorno a te un profumo leggero e fresco di fiori, che pervade le tue narici ed è in grado di liberare la tua mente da ogni pensiero negativo. 

Sotto di te un tappeto verde, morbido e fresco che quasi sembra avvolgerti fra le sue braccia. Sulla tua pelle si posa una dolce e calda presenza filtrata dalle foglie degli alberi: una luce che sembra quasi penetrarti nell’anima ed attraversare i ricordi di tutti i momenti più bui, privandoli del loro alone di tristezza.

Con lo sguardo rivolto verso l’alto e la testa libera da ogni emozione negativa che possa opprimerti immagina un’ampia distesa azzurra, un quadro costernato di bianche e leggere nubi incorniciato dalle fronde degli alberi.

La natura è in grado di dialogare con te attraverso il suo unico linguaggio, di trasmetterti le sue emozioni più pure ed essenziali che, per quanto banali possano sembrare, d’altro canto ti possono aiutare più di quanto tu creda.

Quando sei in difficoltà,

quando la giornata non ti sorride,

immagina.

Dolce, naufraga in questo mar!

Elena Castiglioni